Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Monday, November 23, 2009

Aspettando la pioggia le polveri non mollano

Aspettando la pioggia
le polveri non mollano


Pericolo nebbia in agguatoIl bollettino dell'Arpa
La pioggia, attesa sulla nostra città e sulla provincia dalla serata di domenica, potrebbe spezzare l'assedio dello smog, ma i valori delle polveri sottili continuano a restare largamente oltre il limite. I dati del bollettino della qualità dell'aria riferiti alla giornata di sabato 21 novembre, stilati dall'Arpa, parlano chiaro: le polveri sottili (pm10) restano alle stelle, considerato che il valore limite è di 50 microgrammi per metro cubo.

Bergamo: via Meucci 78, via Garibaldi 89
Filago: 59
Lallio: 60
Osio Sotto: 55
Treviglio: 72
Calusco: 89

ALCUNI DATI PRECEDENTI
Martedì 17 a Bergamo, in via Meucci, la centralina ha registrato 95 microgrammi di Pm10 contro i 50 del valore limite; in via Garibaldi il valore si è fermato a 94. In provincia: Filago centro 76, Lallio 88, Osio Sotto 77, Treviglio 83, Calusco 93.

Lunedì i valori erano scesi un po' rispetto al dato fatto segnare domenica: 66 microgrammi a Bergamo in via Meucci, 71 in via Garibaldi. A Filago 49, Lallio 51, Osio Sotto 50, Treviglio 56, Calusco 70.

Domenica 15 a Bergamo via Meucci la centralina aveva registrato 92 microgrammi di Pm10 contro i 50 del valore limite; a Bergamo via Garibaldi addirittura 101. In provincia: Filago centro 83, Lallio 75, Treviglio 60, Calusco 70.

Sunday, November 22, 2009

La linea verticale

PM10: dopo 7 giorni fuori uso, la centralina di Merate fa segnare 200 µg/mc di media, ben 4 volte il ``valore limite``. Soglia superata 63 volte, a no




PM10: dopo 7 giorni fuori uso, la centralina di Merate fa segnare 200 µg/mc di media, ben 4 volte il ``valore limite``. Soglia superata 63 volte, a novembre 12 giorni di ``guasto``








200 µg/mc. Questo è l`incredibile e preoccupante valore medio che nella giornata di venerdì 20 novembre la centralina Arpa di Merate ha registrato come concentrazione media di polveri sottili. Un dato impressionante considerando che il valore limite stabilito è di 50 µg/mc. E a confermare che siamo in allarme è la situazione attuale che vede una stagnazione del clima, con aria secca, pesante, senza precipitazioni e vento che potrebbero invece contribuire ad abbassare il livello di particolato nell`aria.







A dire il vero si tratterebbe del primo valore dopo 8 giorni in cui la centralina meratese non ha funzionato, dunque non fornendo alcun dato. Si può tuttavia presumere, stando alla situazione generale dell`intera area A1 della Lombardia (che sta letteralmente soffocando) e alle altre stazioni di rilevamento della provincia, che il dato sarebbe stato comunque superiore ai 50µg/mc stabiliti dalla legge.







A Lecco Amendola, dall`11 novembre i superamenti sono stati 6 con la punta massima a 87 µg/mc.
Sempre nel capoluogo, questa volta in Via Sora, il limite su 10 giorni è stato sorpassato 5 volte, con il record fermo a 63 µg/mc. Situazione analoga a Valmadrera con sei giorni oltre la soglia e un valore massimo di 82 µg/mc.







In tutta la provincia il dato di Merate resta comunque quello più allarmante (stando almeno a quanto riportato dal sito internet dell`agenzia regionale per la protezione dell`ambiente) e pare proprio che nemmeno tutte le restrizioni al traffico adottate abbiano sortito l`effetto desiderato. Non si dimentichi che il valore di 200 µg/mc rappresenta la media, dunque nell`arco della giornata si sono registrati picchi probabilmente spaventosi.







Quando ancora l’Arpa segnalava l’andamento giornaliero era stata registrata una punta di 425 microgrammi per metro cubo, più di 8 volte la soglia limite. Intanto, al netto dei guasti alla centralina, che nel solo mese di novembre si sono già verificati ben 12 volte (quindi 12 giorni senza rilevazioni), gli “sconfinamenti” oltre la soglia limite sono già stati 63 mentre, come noto, le direttive europee fissano in non più di 35 volte il numero di superamenti della soglia limite.

Wednesday, November 18, 2009

Peggiora la qualità dell'aria

Peggiora la qualità dell'aria
Attenzione a foschie e nebbia

17 novembre 2009Cronaca
Pericolo nebbia in I valori delle polveri sottili sono stabilmente oltre il limite, e allo smog si aggiungono ora foschie e banchi di nebbia soprattutto nella Bassa Bergamasca. I dati del bollettino giornaliero di qualità dell'aria, stilati dall'Arpa, parlano chiaro: le polveri sottili Pm10 hanno registrato negli ultimi tempi una impennata.

Lunedì i valori sono scesi un po' rispetto al dato fatto segnare domenica: 66 microgrammi a Bergamo in via Meucci, 71 in via Garibaldi. A Filago 49, Lallio 51, Osio Sotto 50, Treviglio 56, Calusco 70.

Domenica 15 a Bergamo via Meucci la centralina aveva registrato 92 microgrammi di Pm10 contro i 50 del valore limite; a Bergamo via Garibaldi addirittura 101. In provincia: Filago centro 83, Lallio 75, Treviglio 60, Calusco 70.

Sul fronte meteo, gli automobilisti sono invitati a gudare con prudenza a causa delle foschie e dei banchi di nebbia. Le previsioni dicono che per tutta la settimana nelle ore notturne e anche al mattino si avranno nebbie a banchi e a tratti persistenti in pianura e anche in città.

Tuesday, November 17, 2009

Smog in continua crescita

Smog in continua crescita:
pm10 al doppio del valore limite
16 novembre 2009Cronaca
Bici e auto nello smogLo smog nell'aria che respiriamo continua a crescere. Per il secondo giorno consecutivo volano le polveri sottili: lo confermano i dati relativi alla giornata di domenica arrivati dalle centraline di rilevazione dell'Arpa Lombardia. Per colpa anche della presenza di una leggera foschia, che trattiene le particelle sospese.

La pioggia caduta potrebbe migliorare la situazione, ma nella giornata di domenica, soprattutto a Bergamo, i valori sono altissimi: 92 microgrammi per metro cubo in via Meucci, addirittura 101 in via Garibaldi; erano rispettivamente 80 e 89 nella giornata di sabato. Considerato che il valore limite fissato dalla normativa è di 50 microgrammi per metro cubo, i valori attuali sono molto vicini o hanno già raggiunto il doppio.

Non va meglio in provincia: a Calusco 70 microgrammi (78 sabato) e a Filago 83 (73), Lallio 75 (68), Osio Sotto 70 (64), Treviglio 60 (61).

Sunday, November 01, 2009

Merate: le polveri sottili tornano a farsi ``sentire``. I primi superamenti del limite

Merate: le polveri sottili tornano a farsi
``sentire``. I primi superamenti del limite







L’accensione dei riscaldamenti unita al clima secco di questi ultimi giorni stanno avendo ripercussioni sull’andamento delle polveri sottili che hanno già fatto registrare qualche “sforamento”. Una situazione non nuova, che si ripete tutti gli anni all’inizio della stagione fredda e che, proprio per questo, è accompagnata da “accorgimenti” come il divieto di circolazione dei mezzi più inquinanti.








Stando alle tabelle dell’Arpa (agenzia regionale protezione ambiente) a Merate dal 20 al 29 ottobre i superamenti del valore limite di 50 µg/mc sono stati tre, cui va aggiunto un giorno di mancato funzionamento della centralina. I livelli non sono stati particolarmente alti, anche se ieri giovedì 29 ottobre si è arrivati a 71.












E’ andata di certo meglio sul lago dove forse, complice una brezza maggiore, le polveri sottili tendono a non “insaccarsi”. La stazione di Via Amendola, infatti, ha registrato un solo sforamento giovedì 29 (con 52 µg/mc), anche se per 3 giorni i valori non hanno potuto essere rilevati. Situazione abbastanza simile anche in Via Sora con due superamenti, da 51 e 55 µg/mc, nelle giornate del 21 e 28 ottobre.







Anche a Valmadrera situazione abbastanza sottocontrollo, con due superamenti di pochi punti oltre il limite
Loading...

Labels