Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Monday, August 31, 2009

Legambiente: ozono oltre il limite Calusco supera la soglia di informazione

Legambiente: ozono oltre il limite
Calusco supera la soglia di informazione

19 agosto 2009 Cronaca

Con il caldo a rischio i livelli di ozono nell'ariaClima torrido fino a venerdì Malori e ricoveri un po' ovunque
A Bergamo la concentrazione di ozono, con 55 giorni di aria irrespirabile, è di nuovo sopra al limite di legge. A riferirlo è Legambiente che, attraverso la campagna «Ozono ti tengo d’occhio» realizzata dall’associazione ambientalista in collaborazione con il portale www.lamiaria.it, ha monitorato l’inquinamento nelle città italiane.

In un solo mese, secondo questa ricerca, il numero dei capoluoghi che hanno superato la soglia di 120 nanogrammi al metro cubo è raddoppiato. A guidare la classifica, in pole position ci sono le città del Piemonte e della Lombardia. Bergamo, fra le 28 città che hanno superato il limite, si piazza al sesto posto con 55 giorni off-limits dietro a Novara (maglia nera con 67), Lecco (62), Mantova(60), Alessandria(57), Ferrara (57), e davanti a Brescia (53) e Matera (51). In cima alla classifica dei luoghi con la maggiore concentrazione, invece, figurano Vimercate (Monza), Trezzo sull'Adda (Milano), Calusco d'Adda (Bergamo) Meda (Monza), Busto Arsizio (Varese) e Merate (Lecco).
I parametro per la ricerca riguarda i giorni di superamento del limite per la salute umana, ossia il numero di superamenti del valore obiettivo per la protezione della salute umana di 120 nanogrammi per metro cubo, che entrerà in vigore dal 2010, calcolato come media su otto ore, da non superare per più di 25 giorni in un anno e calcolato a partire dal 1 gennaio 2009.

Inoltre, nella giornata di rilevazione effettuata dall'Arpa del 17 agosto , i dati dell'ozono risultano sotto la soglia di allarme (fissata dall'Arpa a 240 nanogrammo per metro cubo) e solo la centralina di Calusco ha segnato un dato superiore alla soglia di informazione fissata a 180 nanogrammi per metrocubo con una rilevazione di 180 nanogrammi. È invece di 174 il valore di Osio e di 170 quello di via Goisis, a Bergamo.

Ma che cosa è l'ozono e quando si forma? Si tratta di un gas che si forma quando i raggi del sole incocciano con i gas inquinanti emessi dalle fabbriche e dal traffico. Si tratta di un gas che può essere nocivo per la salute con gravi conseguenze sull’apparato respiratorio. Per questo, dal 2010 dovrà essere adeguatamente monitorato dalle amministrazioni locali che sono obbligate ad avvisare la popolazione quando il livello di concentrazione supera i limiti della cosiddetta «soglia di informazione» cosa che avviene per lo più in estate quando le temperature innescano una serie di reazioni chimiche responsabili della sua formazione.

Thursday, August 06, 2009

Calusco-Terno, via agli espropri centinaia di bergamaschi coinvolti

Calusco-Terno, via agli espropri
centinaia di bergamaschi coinvolti
5 agosto 2009Cronaca
La nuova strada di «Collegamento Calusco d'Adda - Terno d?Isola» sostituirà l'attuale percorso, qui indicato con colore violaL'elenco completo dei proprietari che subiranno gli espropri
Sono centinaia i bergamaschi le cui proprietà saranno espropriate per permettere la realizzazione della nuova strada di «Collegamento Calusco d’Adda - Terno d’Isola». I loro nomi, come prevede la legge, sono stati pubblicati oggi su due quotidiani, Repubblica e Avvenire, ma sono anche consultabili sui siti della Provincia di Bergamo e di Abiemmedue.

Infrastruttura strategica di preminente interesse nazionale
Proprio Abiemmedue Spa - in nome e per conto della Provincia di Bergamo, come si legge nel comunicato - sta sviluppando la progettazione definitiva dellla strada. Si tratta di un'opera soggetta all’approvazione del Cipe, Comitato inteministeriale per la programmazione economice, perché si tratta di una infrastruttura strategica di preminente interesse nazionale.

L’intervento - si legge sul sito di Abiemmedue - è inserito nell’elenco di cui alla delibera Cipe n. 121 del 21.12.2001 «Legge Obiettivo: 1° Programma delle infrastrutture strategiche», e la società può procedere ai sensi della legge 443/01.

Quindi la pubblicazione sui giornali costituisce comunicazione di avvio del procedimento amministrativo che porterà, ad avvenuta approvazione del progetto definitivo da parte del Cipe, all’emissione del decreto di occupazione d’urgenza e all’attivazione della procedura d’esproprio.

Il progetto preliminare
Il progetto preliminare del «Collegamento Calusco d’Adda - Terno d’Isola» è stato approvato dalla giunta provinciale di Bergamo con delibera n. 676 del 11.12.2003 e il progetto definitivo sarà trasmesso al Ministero delle Infrastrutture per l’approvazione e l’acquisizione dei pareri di competenza solo dopo l’approvazione in linea tecnica da parte della giunta provinciale.

Il progetto preliminare è visionabile dagli interessati nella sede di Abiemmedue Spa, a Bergamo in via Paglia 3, previo appuntamento telefonico al n. 035/242.757, nei giorni di lunedì, martedì e giovedì dalle 10 alle 13.

Anche alcune occupazioni temporanee
Per l'esecuzione dell'opera sono previste anche alcune occupazioni temporanee per la costruzione di tratti in galleria, della viabilità di cantiere e di quella locale e servitù per tratti in galleria artificiale.

Avviso agli ex proprietari
Coloro che, pur risultando proprietari dai registri catastali, non lo sono più, sono tenuti - precisa il cominicato - a norma dell’art. 3, comma 3, del Dpr 327/2001 a darne comunicazione al responsabile del procedimento indicando, se ne è a conoscenza, il nominativo del nuovo proprietario o comunque fornendo copia degli atti in suo possesso utili a ricostruire le vicende dell’immobile.

Dove consultare l'elenco delle proprietari
Oltre che sui giornali sopra citati, l'elenco completo degli espropri, con i nomi dei relativi proprietari, si possono trovare:
- nell'allegato qui a lato
- sul sito della Provincia di Bergamo www.provincia.bergamo.it
- sul sito di Abiemmedue S.p.A. www.abiemmedue.it,
- all’Albo Pretorio dei Comuni di Calusco d’Adda, Carvico, Sotto il Monte Giovanni XXIII, Medolago, Chignolo d’Isola, Bonate Sopra e Terno d’Isola (dove sono depositati anche gli elaborati espropriativi e progettuali).

Saturday, August 01, 2009

Ozono alla soglia di allarme

Ozono alla soglia di allarme
in tutta la Bergamasca
31 luglio 2009Cronaca
Allarme per i livelli di ozono nell'aria Regione, pacchetto antismog: rottamazioni e stop al traffico
Caldo e traffico fanno volare l'ozono: i valori in tutta la nostra provincia sono alle stelle. A Calusco la soglia di allarme (fissata a 240 microgrammi per metro cubo) è stata abbondantemente superata nella giornata di giovedì 30 luglio: si è raggiunto un valore di 255 microgrammi (erano 191 il giorno precedente).

Ma non va meglio neppure a Bergamo dove nella giornata di giovedì l'ozono ha toccato quota 240 (era a 188 mercoledì); a Osio Sotto la centralina dell'Arpa ha segnalato un livello di 238 contro i 139 del giorno precedente.

Anche se la situazione è destinata a migliorare grazie alle precipitazioni in arrivo, il superamento dei livelli massimi di ozono desta preoccupazioni per la salute. Anche perché sono comunque altri - non lontani dai valori limite fissati dalla normativa a 50 microgrammi per metro cubo - anche i livelli delle polveri sottili: 40 a Bergamo in via Meucci e 39 in via Garibaldi, 25 a Filago, 35 a Osio Sotto, 37 a Ponte San Pietro, 40 a Treviglio e 38 a Calusco
Loading...

Labels