Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Saturday, January 08, 2011

Merate Online - Merate: nel 2010 registrati 93 superamenti della concentrazione di polveri sottili nell’aria. Gennaio e febbraio sono i mesi ''critici''

Merate Online - Merate: nel 2010 registrati 93 superamenti della concentrazione di polveri sottili nell’aria. Gennaio e febbraio sono i mesi ''critici''Merate: nel 2010 registrati 93 superamenti della concentrazione di polveri sottili nell’aria. Gennaio e febbraio sono i mesi ''critici''
Merate


Il 2010 si è chiuso con 93 superamenti del limite dei 50 µg/mc di polveri sottili nell’aria. Un valore non certo positivo visto che nel 2009 il dato parlava di 87 superamenti. Stando ai parametri europei una volta oltrepassata la boa dei 35 sforamenti annui bisognerebbe intervenire con rimedi drastici pena pesanti sanzioni. Al momento sembra che le azioni intraprese, come il blocco del traffico, l’obbligo di sostituzione delle caldaie nonché il controllo dei fumi, non sembrano avere sortito effetti risolutivi anche se rispetto ad anni come il 2005 con 180 sforamenti la situazione è decisamente migliore.
Il 2010 ha visto, come dicevamo, 93 superamenti della soglia dei 50 µg/mc, 264 giorni contenuti entro i limiti e invece 8 gg di mancate rilevazioni. Il mese peggiore è stato gennaio con 26 giorni oltre i 50 µg/mc, seguono poi febbraio (18 superamenti) e dicembre (13 superamenti). Vanno decisamente bene i mesi estivi dove il caldo naturale e non quello artificiale prodotto dai combustibili, non ha portato a livelli preoccupanti.
Per 9 giorni durante l’anno la centralina ha superato il valore di 100 µg/mc e questi momenti si sono posizionati nei mesi di gennaio e febbraio
Nel contempo la media è rimasta invariata rispetto al 2009. L’anno che si è appena concluso infatti ha fatto registrare una media di 40 µg/mc, fortunatamente sotto il livello dei 50 µg/mc e lontano da valori come quelli del 2005 (57) o del 2006 (58).

No comments:

Loading...

Labels