Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Monday, December 15, 2014

Inceneritori e discariche nell'Isola, il Pd ascolta i cittadini

 
Ambiente

Nella sala civica del Palazzo Comunale di Carvico il Partito Democratico ha organizzato una serata dal titolo “Discariche ed inceneritori? Scelte Culturalmente Arretrate! La gestione dei rifiuti, quale futuro per il nostro territorio!”, al quale hanno partecipato numerosi amministratori locali, associazioni e comitati ambientalisti e cittadini.

Inceneritori e discariche nell'Isola, il Pd ascolta i cittadini

Versione stampabileSend by email
Nella sala civica del Palazzo Comunale di Carvico il Partito Democratico ha organizzato una serata dal titolo “Discariche ed inceneritori? Scelte Culturalmente Arretrate! La gestione dei rifiuti, quale futuro per il nostro territorio!”, al quale hanno partecipato numerosi amministratori locali, associazioni e comitati ambientalisti e cittadini. L’obiettivo è quello di sensibilizzare un territorio già duramente sfruttato dal punto di vista degli inceneritori e discariche, dove la qualità dell’aria, del suolo e sotto suolo è messa a rischio da anni di gestione poco attenta di questo tema.
Il PD Isola ha voluto creare una serata di informazione e stimolo per le azioni future, invitando tra i relatori Ezio Orzes, assessore all’ambiente del comune di Ponte delle Alpi, già noto come comune più Riciclone d’Italia con una percentuale del 90%, che dal 2006 al 2008 ha portato i rifiuti da conferire a discarica od incenerimento dal 350 kg/abitante a poco meno di 30, riducendo a un decimo la quantità di “rifiuto”. Lo stesso Orzes ha concluso il suo intervento incentrato sulla responsabilità degli amministratori con una provocazione relativa al dimensionamento degli impianti di incenerimento, chiedendo se dimensionare un un impianto per 30 kg/abitante anziché 350 non sia più responsabile. Paolo Contò, direttore del consorzio Priula e TV3 ha poi illustrato come è possibile organizzare la gestione dei rifiuti creando economie di scala, riducendo i costi per la cittadinanza e creando occupazione, ribadendo l’importanza del recuperare materia prima in un contesto di globalizzazione con paesi emergenti che assorbono grandi quantità di materie prime condizionandone anche il prezzo al mercato. Roberto Pozzoni ha parlato della distribuzione dell’acqua sul territorio dell’Isola che in poco più di 2 anni ha erogato 18 milioni di litri d’acqua con conseguente riduzione di immissione di bottiglie in plastica, con relativo risparmio dei cittadini sia sul prezzo di acquisto che sulla quantità di rifiuto generato, in coerenza con quanto Orzes poco prima ha indicato: “Quando portiamo a casa la nostra spesa abbiamo già introdotto in casa nostra dei rifiuti”.
Carla Rocca sindaco di Solza, primo Comune virtuoso della provincia di Bergamo ha poi esposto l’esperienza relativa alle buone pratiche e la messa in rete tra comuni di iniziative volte a migliorare la vita dei cittadini. In seguito numerosi interventi per animare la discussione, che ha visto intervenire anche il consigliere regionale Mario Barboni presente in platea. Raffaello Teani coordinatore PD Isola Bergamasca ha dichiarato:” Sono molto soddisfatto per la partecipazione e la qualità degli interventi arricchiti dal vivace dibattito proseguito oltre la mezzanotte, segno che l’argomento è di grande attualità nel nostro territorio, soprattutto per il futuro dei nostri Figli!” Marco Donadoni moderatore della serata in rappresentanza del comitato “NO alla discarica del monte Castra­Strozza” ha concluso raccogliendo l’invito dei presenti a dare seguito con altri incontri sul tema per allargare la partecipazione attiva della cittadinanza a scelte così importanti per la qualità della vita.



 
 
 
 
 



 
 
 
 
 
 




Inceneritore a Calusco

No comments:

Loading...

Labels