Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Thursday, June 05, 2008

Carvico: le forche caudine dei trasporti eccezionali

Carvico: le forche caudine dei trasporti eccezionali

Di Vercingetorix
Chissà quante volte siete passati sotto questo cavalcavia e non ve ne site mai accorti. Il cavalcavia è quello situato sulla SP 166, cioè via Pedrinelli, davanti alla Banca Popolare (UBI). Il manufatto in cemento serviva a proteggere gli automobilisti dall’accidentale caduta di materiale che poteva fuoriuscire dai carrellini che trasportavano il calcare dalla cava di Col Pedrino all’Italcementi. I carrellini da due anni sono stati tolti. La teleferica dovrebbe essere tolta dall’Italcementi ma se ne parlerà tra anni. Come avevamo già scritto tempo fa - vedi qui - gli accordi tra Italcementi e la conferenza dei servizi – Provincia precede che la teleferica sia smantellata entro quattro anni dall’entrata in regime della teleferica cioè praticamente nel 2001 (e non si capisce perché si debba attendere così tanto tempo per smantellare un’opera che ormai non serve più. Nel frattempo aspettiamo che la cosa si deteriori finché non cadrà a pezzi. Tornando al cavalcavia che vedete riprodotto nella foto, una sua utilità ce l’ha, almeno per qualcuno. Il cavalcavia è infatti alto da terra 3,40 metri, ci passano quasi tutti i mezzi, tranne i trasporti speciali. Non sono tanti, ma ci sono ditte che alcune volte all’anno hanno necessità di passare da lì con un trasporto eccezionale per raggiungere il casello dell’autostrada di Capriate o il Lecchese, e quello è un punto di passaggio obbligato. I trasporti eccezionali sotto il cavalcavia in cemento non ci passano, ma se notate accanto ad esso, sulla destra c’è un tratto di strada accuratamente recintato e con sbarra che non ha ingombri in altezza. Quando la ditta deve passare con il trasporto eccezionale chiede il permesso al proprietario del terreno che si fa pagare qualche centinaio di euro e il trasporto passa. Come si vede qualcuno ha tutto l’interesse che il cavalcavia resti lì per l’eternità. Ma forse la collettività questo interesse non ce l’ha e il Comune di Carvico e anche la Provincia potrebbero adoperarsi perché almeno questo cavalcavia sia abbattuto in tempi rapidi senza aspettare le calende greche. Anche perchè eliminado il cavalcavia si può completare la pista ciclabile che proprio lì si interrompe.

No comments:

Loading...

Labels