Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Wednesday, April 18, 2012

Modelli di ricerca industriale sostenibile: Italcementi inaugura i.lab


 
laboratorio i lab
i.lab è il nuovo centro di ricerca e innovazione delGruppo Italcementi inaugurato ieri a Bergamo. Disegnato dall’architetto Richard Meier come una grande freccia bianca di vetro e cemento circondata da un parco si sviluppa su uno spazio di 23.000 metri quadrati.
La struttura, costata 40 milioni di euro, rappresenta un modello per l’ architettura sostenibile di tutta Europa ed esprime la volontà di Italcementi di puntare ad una ricerca industriale che garantisca una qualità migliore di vita ed un maggiore rispetto per l’ ambiente.
L’ edificio è realizzato, infatti, con differenti tipi di cemento brevettati da Italcementi e con materiali derivanti da processi di recupero che riducono le sostanze inquinanti. Utilizza, inotre, pannelli solari ed un impianto geotermico in grado di ridurre l’ emissione di CO2. Anche il legno impiegato è conforme ad una gestione responsabile delle foreste.
I dati parlano chiaro riguardo all’ impegno dell’ azienda verso l’ efficienza energetica e l’ innovazione ecocompatibile: una ventina di progetti in corso, 60 brevetti in dieci anni, un budget annuo di circa 13 milioni di euro destinato alle attività di ricerca e sviluppo. L’obiettivo è la “Leadership in Energy and Enviromental Design” (LEED), una delle più autorevoli certificazioni americane in ambito energetico ed ambientale.
Il consigliere delegato di Italcementi Carlo Pesenti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, ha concluso il suo intervento con due messaggi importanti per tutto il settore e non solo: «Il primo: innovare pensando all’ambiente si può e l’industria può essere l’artefice di un cambiamento che va a vantaggio di tutti, dell’economia, dell’ ambiente e della società. Il secondo: il futuro delle imprese sarà di chi avrà saputo intelligentemente coniugare lo sviluppo industriale ed economico con un uso attento delle risorse naturali e con il rispetto dei diritti umani, del lavoro e della vita».

No comments:

Loading...

Labels