Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Monday, May 19, 2008

Calusco d’Adda: ieri porte aperte all’ Italcementi

Calusco d’Adda: ieri porte aperte all’ Italcementi

Di Vercingetorix
Nonostante il tempo davvero da lupi, con scrosci di pioggia battenti, la giornata di “Cementerie aperte” organizzata da Italcementi nello stabilimento di Calusco d’Adda si è rivelata un successo, che ha visto la partecipazione di una nutrito pubblico. Un’operazione di trasparenza per la quale occorre rendere merito alla multinazionale bergamasca del cemento. Un'esperienza molto istruttiva che ci auguriamo possa essere ripetuta ancora (magari in giornate dal clima migliore). La giornata è stata organizzata in collaborazione con le organizzazioni di volontariato di Calusco che hanno dato il loro supporto per la gestione della giornata, con un’ottantina di volontari a garantire la sicurezza e il tranquillo svolgimento della manifestazione. Italcementi ha erogato un contributo di 15.000 euro alle associazioni, in una politica che tende a riallacciare i rapporti con il territorio e in particolare con la comunità che ospita questo impianto all’avanguardia. In più vi erano clown, trenino, stand vari e molte altre cose.
I visitatori a gruppi di quindici sono stati accompagnati da un tecnico che ha loro illustrato le principali fasi di lavorazione del cemento, con quali materie prime lo si produce, come funziona il forno (che raggiunge una temperatura di 1.450 gradi) e un attenzione particolare è stata data a sottolineare come vengano rispettate tutte le misure di sicurezza (tanto che Italcementi ha raggiunto il record di 1.158 giorni senza alcun infortunio) e di come tutta la filiera di produzione rispetti le normative e anzi i parametri delle emissioni siano molto al di sotto degli standard di legge. Ha suscitato interessa sapere che è per fare il cemento oltre a calcare (di Col Pedrino), marna (del Monte Giglio), fluoro, idrossido di calcio, residui di pirite, si usi anche l’urea, elemento che paradossalmente serve a contenere i valori delle emissioni, e anche una parte di residui incombusti derivati dai termo valorizzatori. I tecnici hanno spiegato anche che oltre a carbone, olio combustibile per fare funzionare il forno si usa anche un 8-9% di rifiuti urbani si tratta di CDR (combustibile derivato da rifiuti, cioè rifiuti solidi urbani ridotti in coriandoli). La potenzialità della produzione del forno è di 150 tonnellate di cemento al all’ora. Si è spiegato anche che la nuova galleria da Colle Pedrino a Calusco, che sostituisce la vecchia teleferica trasporta ora circa 350 tonnellate ora di materiale, ma arriverà a regime a 600 tonnellate, contro una potenzialità dei vecchi carrelli di 70 tonnellate ora. Cosa che ha consentito di togliere dalla circolazione un gran numero di camion. Grande soddisfazioni per grandi e piccini con buffet finale con bibite letteralmente preso d’assalto e distribuzione di kit informativi e di una piantina per ognuno dei visitatori.
sx I cartelli della minfestazione, Dx Clown e volontari
Sx l 'arrivo del trenino che trasportava i visitatori, Dx il pupazzo di MisterCem (prima si chiamava Smogbuster), il cemento TX mangia smog
sx altra immagine del trenino, dx i visitatori si radunano prima della visita
sx il tecnico davanti all'iniettore del forno
dx particolare del mulino dove vengono macinate le materie prime
dx e sx
particolari del tecnico davani al forno dove si cuoce il cemento
dx e sx
vedute di particolari dello stabilimento
alcuni dei monitor di controllo
sx il forno di cottura,
dx il cartello che mostra i giorni senza infortuni
apparecchiature di controllo chimico e fisico
sx il buffet preso d'assalto, dx i carrellini smantellati della teleferica

No comments:

Loading...

Labels