Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Thursday, May 07, 2009

Italcementi: il primo trimestre risente della crisi

Italcementi: il primo trimestre risente della crisi




Il consiglio di amministrazione di Italcementi ha approvato i risultati del primo trimestre del 2009. I ricavi del gruppo hanno registrato una flessione dell'11,1% a 1,2 miliardi di euro. Il margine operativo lordo della società si è attestato a 188,9 milioni di euro (-27%), mentre il risultato netto ha subito un decremento del 75,6% a 20,1 milioni di euro. Il risultato netto di gruppo trimestrale (il risultato di competenza) è pari a 12,7 milioni contro i 38,7 milioni di euro del primo trimestre del 2008.

Il management della società ha evidenziato l'impatto della congiuntura economica negativa sui conti del gruppo sottolineando, però, che nel corso del mese di marzo si è comunque registrato un lieve miglioramento e una parziale attenuazione del trend negativo.

Una generale flessione delle attività ha caratterizzato i mercati dei paesi industrializzati mentre il positivo andamento registrato in Cina, Marocco ed Egitto ha fatto da contraltare alla debolezza dei mercati turco e tailandese. I volumi di vendita sono stati compressi dalla crisi, ma il positivo andamento dei prezzi ha permesso di coprire l'impatto dei costi variabili.

Prosegue intanto il programma di investimenti nei quattro progetti strategici in India, Marocco, Stati Uniti e Italia. L'indebitamento finanziario alla fine del trimestre è di 2,68 miliardi di euro e il patrimonio netto ammonta a 4,65 miliardi (con un gearing del 57,8%). Il gruppo confida di riuscire, grazie alle misure correttive finalizzate all'abbassamento di break even e grazie al calo dei costi energetici, Italcementi prevede un secondo trimestre meno difficile. (GD)

No comments:

Loading...

Labels