Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Saturday, May 09, 2015

Italcementi: la risposta dei sindaci ai 3 comitati sull'indagine epidemiologica

indagine epidemiologicaItalcementi: la risposta dei sindaci ai 3 comitati sull'indagine epidemiologica


Hanno preso tempo, in attesa, degli esiti delle valutazioni da parte delle ASL competenti, prima di procedere con altri eventuali interventi.

La missiva, datata 4 maggio, è indirizzata al Comitato La Nostra Aria, a Rete Rifiuti Zero Lombardia, al Comitato Aria Pulita Centro Adda ed è sottoscritta dal sindaco di Paderno Renzo Rotta e dai colleghi di Cornate (Fabio Quadri), Imbersago (Giovanni Ghislandi), Merate (Andrea Massironi), Robbiate (Daniele Villa), Solza (Carla Rocca), Verderio (Alessandro Origo).

I tre movimenti, unitisi e particolarmente attivi in concomitanza con le richieste di Italcementi di aumentare la quantità di rifiuti bruciati, avevano chiesto l'inserimento di una VIS (Valutazione di Impatto Sanitario) nella VIA (Valutazione Impatto Ambientale) per lo svolgimento di una precisa indagine epidemiologica.

Una richiesta motivata, come si leggeva nel comunicato, dalla "preoccupazione dei cittadini sullo stato di salute della popolazione residente in prossimità dello stabilimento Italcementi di Calusco d'Adda, in particolare per quanto concerne le emissioni di metalli pesanti. Essendo i Sindaci le prime autorità pubbliche responsabili per la tutela della salute dei propri concittadini i comitati auspicano che tutti i soggetti invitati vogliano cogliere questa opportunità di incontro e interscambio, nell'interesse della collettività e della salvaguardia del bene comune".

"In tal senso nel corso di una riunione, il 25 marzo abbiamo chiesto ed ottenuto dall'ASL di Bergamo il coinvolgimento della pari struttura sanitaria di Lecco per l'approfondimento, sotto il profilo sanitario, delle problematiche derivanti dal noto progetto Italcementi.
Nel corso dell'incontro con l'ASL di Bergamo" hanno spiegato dunque i sindaci nella recente corrispondenza "è stata chiesta l'applicazione delle linee guida per la componente della salute pubblica degli studi di impatto ambientale (delibera regionale n.XI/1266 del 24 gennaio 2014) documento predisposto allo scopo di garantire adeguato supporto ed accompagnamento alle autorità provinciali competenti in materia di VIA.
Inoltre unitamente ad altre osservazioni presentate i comuni hanno chiesto l'applicazione delle Linee Guida sopraccitate contenente indicazioni per la rilevazione ed il monitoraggio dei dati nonchè l'approccio per la trattazione delle indagini epidemiologiche e tossicologiche. 
Allo stato attuale riteniamo pertanto, coerentemente e nel rispetto dei ruoli, di attendere gli esiti della valutazione in corso da parte delle ASL competenti, Enti pubblici preposti per gli approfondimenti e le verifiche in ordine alle problematiche sanitarie". 

Bisognerà dunque attendere l'esito del monitoraggio ASL per decidere se e in che modo dare corso alle richieste dei comitati. 

No comments:

Loading...

Labels