Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Monday, December 03, 2007

CLIMA: AL GORE, SIAMO DI FRONTE A EMERGENZA PLANETARIA

CLIMA: AL GORE, SIAMO DI FRONTE A EMERGENZA PLANETARIA

(ANSA) - BERGAMO, 1 DIC - ''Siamo di fronte ad un emergenza planetaria, un'emergenza che minaccia il futuro della civilizzazione e il futuro dell'umanita'''. Lo ha detto il Premio Nobel per la Pace 2007, Al Gore, nel suo messaggio video, intervenendo al quarto convegno annuale della Fondazione Italcementi. ''I membri della comunita' imprenditoriale globale, i governi e la societa' civile - ha aggiunto - hanno tutti una responsabilita' per quello che concerne la crisi del clima''.

CLIMA:NOBEL STIGLITZ;POSSIBILE ECOSVILUPPO,SERVE SFORZO/ANSA


(ANSA) - BERGAMO, 1 DIC - Lo sviluppo sostenibile ''e' possibile'', ma c'e' bisogno di ''uno sforzo globale'' da parte del ''mondo sviluppato e di quello in via di sviluppo''. E' questo il messaggio inviato dal palco del Centro Congressi di Bergamo dal premio Nobel per l'Economia, Joseph E. Stiglitz, in occasione del quarto convegno annuale della Fondazione Italcementi Cavaliere del Lavoro Carlo Pesenti e dedicato quest'anno al tema ''Sviluppo Sostenibile: un percorso comune per i paesi maturi e le economie emergenti''. Ad aprire il convegno e' stato invece il Premio Nobel per la Pace del 2007, Al Gore, che in un video-messaggio inviato alle piu' di quattrocento persone in sala ha detto: ''Siamo di fronte ad un emergenza planetaria, un'emergenza che minaccia il futuro della civilizzazione e il futuro dell'umanita'''. E per questo Gore si e' rivolto ai membri della comunita' imprenditoriale globale, ai governi e alla societa' civile che ''hanno tutti una responsabilita' per quello che concerne la crisi del clima''. Prendendo la parola, Stiglitz, ha comunque ricordato che la globalizzazione economica e' una forza positiva, capace di incentivare la crescita e di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni piu' povere del pianeta. E' quindi necessario un ripensamento degli accordi commerciali, delle politiche economiche imposte ai paesi in via di sviluppo, degli aiuti internazionali, del sistema finanziario globale. Queste e altre riforme permetterebbero alla globalizzazione di sviluppare tutte le sue potenzialita', nel rispetto della democrazia e della giustizia sociale''. Sulla stessa linea il professore della Bocconi, Tito Boeri, che su questi temi ritiene che sia necessaria ''una governance globale''. Boeri, affrontando poi il tema della riduzione delle accise, ha sostenuto che un eventuale taglio ''avrebbe conseguenze sull'ambiente: dobbiamo approfittare - ha detto - delle cattive notizie sul caro-petrolio per sviluppare la ricerca delle fonti alternative. L'eventuale riduzione delle accise andrebbe nella direzione opposta''. A chiudere il convegno sono stati i padroni di casa Giampiero e Carlo Pesenti, rispettivamente, presidente e consigliere delegato di Italcementi. In particolare, l'ad ha ricordato la coerenza delle politiche del gruppo con i principi della sostenibilita': ''Per noi questa scelta ha significato la creazione di un gruppo industriale capace di esprimere un pensiero moderno e innovativo''. ''E' un segno positivo della convergenza di straordinarie qualita' - ha concluso il presidente del gruppo, riferendosi a Stiglitz - il pensiero dell'autorevole economista, la sua vivacita' e generosita' intellettuale e lo spirito di iniziativa e di modernita' del nostro territorio''. Italcementi di recente e' entrata a fa parte del Dow Jones Sustainability World Index, l'indice mondiale per la responsabilita' sociale dell'impresa che raccoglie le societa' best performer su 2.500 societa' internazionali presenti negli indici Dow Jones Global, valutate secondo criteri economici, ambientali e sociali.

No comments:

Loading...

Labels