Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Tuesday, January 26, 2010

Smog oltre i limiti anche ieri

Smog oltre i limiti anche ieri


Forse domani arriva la neve




Lo smog è rimasto sopra il livello di guardia in città nonostante il blocco del traffico per le auto più inquinanti deciso per domenica dal Comune. Le centraline dell'Arpa hanno infatti rilevato il 24 gennaio 97 microgrammi di PM10 in via Garibaldi e 87 in via Meucci. Non è andata meglio nemmeno in provincia, dove i limiti sono stati superati in tutti i punti di rilevamento: 73 a Calusco, 71 a Filago, 70 a Treviglio, 67 a Lallio e 60 a Osio Sotto.



Buone notizie. sul fronte polveri sottili, non arrivano nemmeno dal meteo: per i prossimi giorni non sono previste piogge, ma forse si farà vedere un po' di neve. Ecco le previsioni dell'esperto Roberto Regazzoni: «La nostra domenica ha offerto cielo in prevalenza soleggiato su tutta la provincia, anche sulle zone di pianura che nei giorni scorsi hanno patito spesso la copertura nuvolosa bassa e il freddo della galaverna. È rimasta comunque netta la differenza dell'aria fra montagna e pianura, in alto con una visibilità migliore, in basso ancora con qualche foschia densa persistente.



Le nuove nubi apparse lentamente nel tardo pomeriggio da Ovest, all'ora del tramonto, annunciano l'arrivo di una debole perturbazione atlantica, che di suo non sembra destinata a produrre precipitazioni, ma che annuncia dei cambiamenti in vista nei prossimi giorni, per il clima delle terre attorno al Mediterraneo. È prevista infatti la formazione di una zona di bassa pressione fra la Sardegna e il Nord Africa, e dalla sua esatta collocazione (al momento incerta) deriva la difficoltà di dare una previsione affidabile.



Se il suo centro rimarrà sul Centro Italia, vorrebbe dire rimonta di aria umida e mite in quota dall'Adriatico, e con l'aria fredda che ancora affluisce bassa sulla pianura padana, per noi potrebbe anche essere neve, per domani. Se si sposterà maggiormente verso Sud, il Nord Italia rimarrebbe ai margini dell'evento, e dopo le nubi previste per oggi potrebbe anzi, da domani, vedere un graduale miglioramento, con vento da Nord per mercoledì. Vi raccontiamo e lasciamo questo dubbio».


No comments:

Loading...

Labels