Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Thursday, July 26, 2007

Apre la Villa d'Adda-Carvico dopo 8 anni di attesa

Apre la Villa d'Adda-Carvico dopo 8 anni di attesa


Eco di Bergamo 25 luglio 07

È ormai una prassi consolidata: sul territorio dell'Isola Bergamasca, le nuove opere viabilistiche vengono inaugurate nel mese di luglio. A fine luglio 2005 venne infatti aperto il tratto dell'Asse interurbano Treviolo-Bonate Sopra, una decina di giorni fa è stato inaugurato il prolungamento sempre dell'Asse da Bonate Sopra a Presezzo e questo venerdi alle 18, verrà aperta al transito la variante di Villa d'Adda-Carvico, realizzata dalla Provincia di Bergamo.
All'evento interverrà il presidente della Provincia Valerio Bettoni con i sindaci di Villa d'Adda Serafino Carissimi, di Carvico Attilio Bolognini e di Calusco d'Adda Roberto Colleoni, con assessori e consiglieri, i responsabili dell'impresa «Locatelli Gabriele», tecnici, progettisti e operai che hanno progettato e costruito la variante che è costata circa 29 milioni di euro.
La cerimonia prevede il consueto taglio del nastro, la benedizione della infrastruttura e gli interventi delle autorità. Alla manifestazione sono invitati politici e amministratori, parlamentari bergamaschi, amministratori regionali e provinciali e i sindaci dei comuni dell'Isola Bergamasca e i cittadini dei paesi interessati dalla variante.
Come un po' tutte le più recenti opere pubbliche, per varie vicissitudini, anche in questo caso i tempi e i costi si sono dilatati e la variante Villa d'Adda-Carvico ha dovuto aspettare otto anni prima di essere ultimata. Il segnale che si stava avvicinando il fatidico giorno dell'inaugurazione è poi finalmente arrivato all'inizio del 2007, quando è stato sfondato l'ultimo diaframma della galleria «Parscera», che aveva dato non pochi problemi a progettisti di impresa e Provincia, a causa di movimenti franosi che avevano bloccato i lavori.
Nel gennaio 1999 era stato allestito il cantiere dall'impresa Locatelli che poi è stato sospeso per i ricorsi sull'aggiudicazione dell'opera, per riprendere nell'aprile 2000. Il 2003 è stato un anno sfavorevole per la variante, a causa della frana che in febbraio bloccò i lavori, poi ripresi a luglio ma nuovamente bloccati nel novembre dello stesso anno. Ripresa definitivamente l'attività nel gennaio 2005, l'impresa ha poi lavorato ininterrottamente per due anni e mezzo per poter terminare l'opera.
«Non sembra vero ma la variante è pronta – esclama con un sospiro di sollievo Serafino Carissimi, sindaco di Villa d'Adda e consigliere provinciale, che ha seguito passo dopo passo la costruzione della variante – A questa inaugurazione abbiamo invitato tutta la popolazione perché riteniamo che l'apertura della variante sia un evento importante, che potrà dare un impulso alla vivibilità del paese. Infatti sulla provinciale che attraversa il centro storico, dopo l'apertura di questa nuova arteria, i mezzi pesanti non potranno più transitare, con grande beneficio per Villa d'Adda, sia in termini di sicurezza per i pedoni, che per l'aria meno inquinata».
«Abbiamo già predisposto i cartelli per segnalare i divieti di transito sull'asse Carvico-Villa d'Adda – continua Carissimi – che saranno operativi già venerdì sera. Con quest'opera dovremmo aver risolto anche il problema del nostro collettore fognario, grazie ai lavori realizzati con la variante dalla società Hidrogest».
Sulla stessa lunghezza d'onda il sindaco di Carvico Attilio Bolognini, soddisfatto dell'inaugurazione della variante, che aggiunge: «Sicuramente diminuirà il traffico pesante nel centro storico di Carvico: sarà poi da verificare la viabilità sulle provinciali di questo territorio, con i veicoli che usciranno dalla variante».
«L'apertura di questa arteria è un ulteriore importante passo avanti all'interno di uno scenario complessivo della viabilità bergamasca, andando ad aprire un primo tratto del collegamento Bergamo-Lecco – commenta l'assessore provinciale alla Pianificazione territoriale e grandi infrastrutture Felice Sonzogni –. Si tratta di un'articolazione di largo respiro, progettata secondo un disegno che sta procedendo con tempi che vorremmo anche più veloci, ma che purtroppo non dipendono solo da noi. L'opera si colloca appunto nell'area Ovest del territorio provinciale, al confine con la provincia di Lecco. Restano da realizzare, a Nord la riqualificazione del tratto esistente della provinciale 169 («Carvico-Brivio») e la variante alla Briantea all'abitato di Cisano bergamasco, e a sud il collegamento Calusco-d'Adda-Terno d'Isola e all'Asse interurbano».
Remo Traina

No comments:

Loading...

Labels