Giorni dalla firma tra Italcementi ed i Comuni

NON HANNO FIRMATO I SINDACI DI : Paderno d'Adda e Solza . HANNO FIRMATO : Calusco d'Adda, Cornate d'Adda, Imbersago, Medolago, Parco Adda Nord, Robbiate, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Villa d'Adda, Dopo più di 1.000 giorni dalla firma ,il 4 Maggio 2012 non si hanno notizie sulla ferrovia . Solo ombre su questo accordo fantasma , polvere , puzza, inquinamento . http://calusco.blogspot.it/2012/05/comunicato-stampa-tavolo-italcementi.html

Countdown alla ferrovia

il tempo e' finito del collegamento ferroviario nessuna notizia ,Piu' di 1.000 giorni TRE ANNI e nulla di fatto, meditate .

Monday, February 23, 2015

“Esplosione a Calusco, io e gli alunni in classe Nessun intervento, allibiti”


Pubblichiamo la testimonianza di Annarita, un'insegnante che era alla scuola primaria di Calusco d'Adda a pochi metri dall'esplosione che ha colpito nell'azienda Italcementi. La società ha spiegato che l'incendio è scoppiato "durante un’operazione di svuotamento del serbatoio dell’olio combustibile”.

“Esplosione a Calusco, io e gli alunni in classe


Nessun intervento, allibiti”




Pubblichiamo la testimonianza di Annarita, un'insegnante che si trovava alla scuola primaria di Calusco d'Adda a pochi metri dall'esplosione che ha colpito nell'azienda Italcementi. La società ha spiegato che l'incendio è scoppiato "durante un’operazione di svuotamento del serbatoio dell’olio combustibile”.
Ecco il racconto di Annarita: 
“Sono un'insegnante mi trovavo nella scuola secondaria di Calusco venerdì 20 febbraio alle ore 14 con altri colleghi ed alcuni bambini della scuola primaria nel momento dell'esplosione avvenuta nello stabilimento dell'Italcementi. Siamo rimasti allibiti dal fatto che i vigili siano stati allertati dalla nostra telefonata, non sapevano nulla, e non sapevano neanche quali indicazioni dare per questo evento. Eravamo chiusi all'interno, respirando chissà quale sostanza, è stato contattato anche l'ufficio tecnico del Comune, peccato che non erano affatto allertati, non hanno ritenuto necessario chiamare la Protezione Civile.
Insomma se fosse stata una nube tossica si sarebbe aspettato a quanto pare, di contare i morti prima di intervenire e poi noi docenti siamo obbligati a frequentare corsi sulla sicurezza, volevamo sigillare le finestre come da protocollo, ma ci mancava lo scotch. Aggiungo scrivendo che la scuola non si trova nelle vicinanze ma a pochi metri di distanza dallo stabilimento ed è stata fatta evacuare su decisione degli stessi insegnanti e dalla dirigente e non dagli organi competenti preposti per tali eventi”.

No comments:

Loading...

Labels